Il palazzo danzante
Il palazzo danzante

Il palazzo danzante

Una scultura ispirata al famoso e omonimo palazzo di Praga

Il palazzo danzante è una creazione che nasce lavorando per ricordi. E’ infatti ispirato al famoso palazzo di Praga, che ho avuto modo di visitare due volte. Il palazzo è cosi soprannominato in memoria del famoso due di ballerini (ma anche cantanti e attori) Ginger Rogers e Fred Astaire. Di quell’edificio mi erano rimaste impresse le finestre e le sua linee slanciate e in movimento.  Per questo motivo, disegnando, come mi capita di fare di consueto la sera, mi sono ritrovato tra le mani questa complicatissima sezione di sfera, le cui aperture ricordavano delle finestre. Come dice un mio famoso collega se lo puoi immaginare lo puoi realizzare e cosi mi sono messo al tornio per dare forma alle mie idee.

il Palazzo Danzante, tornitura, artigianato, arte, ciotola
Uno sguardo da vicino alle finestre
LE FASI DI LAVORAZIONE

La parte della tornitura è stata relativamente corta considerando l’essenza utilizzata. Ho usato il tiglio che si presta a lavori di tornitura e soprattutto di scultura perché morbido, ma dalla fibra particolarmente compatta. Sicuramente la parte della scultura e quindi della rimozione di grosse porzioni di legno è stata la parte più complicata. La realizzazione degli angoli delle finestre ha richiesto una pazienza fuori dal comune. Come tutte le realizzazioni il fine lavori arriva in maniera del tutto intuitiva. Anche qui voglio riprendere la frase di Ron Layport che dice quando ai miei occhi è perfetto allora vuol dire che il lavoro è terminato.

il palazzo danzante, arte, artigianato, tornitura, ciotola, legno
Le luci del palazzo danzante

Il risultato è quello che vedete in queste foto. Il palazzo danzante occupa lo spazio con leggerezza, ma con una forte presenza strutturale. Il gioco di ombre creato dalla luce che attraversa il pezzo è a dir poco fascinoso.

Questa creazione è andata in mostra alla Tevere Art Gallery di Roma ed in particolare all’evento del cadavere squisito “Le cadavre exquis” nel mese di Ottobre 2016.